Blackout

In un torrido ferragosto bolognese, tre persone entrano insieme nell ascensore di un palazzo di venti piani, una grande torre bianca che svetta su un quartiere popolare Di colpo si spengono le luci, e i tre si ritrovano intrappolati tra l undicesimo e il dodicesimo piano Claudia una studentessa omosessuale che per pagarsi gli studi costretta a fare la cameriera in unIn un torrido ferragosto bolognese, tre persone entrano insieme nell ascensore di un palazzo di venti piani, una grande torre bianca che svetta su un quartiere popolare Di colpo si spengono le luci, e i tre si ritrovano intrappolati tra l undicesimo e il dodicesimo piano Claudia una studentessa omosessuale che per pagarsi gli studi costretta a fare la cameriera in un bar Ha solo voglia di rientrare nel suo appartamento per farsi una doccia Tomas un ragazzo di sedici anni che vive nel palazzo con i genitori Sta scappando di casa e deve raggiungere Francesca per fuggire con lei verso una nuova vita Aldo Ferro proprietario di tre noti locali, marito e padre, ma anche efferato serial killer e produttore di snuff movies casalinghi Non vive in quel palazzo, ma vi custodisce i ferri del mestiere Ha molta fretta deve tornare in una baracca tra le montagne, dove, incatenata ma ancora viva, c la sua ultima vittima a cui ha staccato la pelle del viso per poi riattaccargliela con i chiodi, ma capovolta Quella che inizia nell ascensore bloccato, tra il caldo, la sete, la lotta per l aria, i cellulari impazziti, un incalzante suspence story beffarda e crudele che col passare delle ore assume contorni surreali, minacciando di precipitare a ogni istante nel puro orrore di un incubo senza fine.
Blackout In un torrido ferragosto bolognese tre persone entrano insieme nell ascensore di un palazzo di venti piani una grande torre bianca che svetta su un quartiere popolare Di colpo si spengono le luci e

  • Title: Blackout
  • Author: Gianluca Morozzi
  • ISBN: 9788850212323
  • Page: 416
  • Format: Paperback
    • [PDF] Download ↠ Blackout | by ✓ Gianluca Morozzi
      416 Gianluca Morozzi
    • thumbnail Title: [PDF] Download ↠ Blackout | by ✓ Gianluca Morozzi
      Posted by:Gianluca Morozzi
      Published :2018-05-25T15:31:18+00:00

    About the Author

    Gianluca Morozzi

    Gianluca Morozzi Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the Blackout book, this is one of the most wanted Gianluca Morozzi author readers around the world.

    741 Comment

    • Kristina said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      The idea of it was good. It was such a good idea to put together so many different character and let them get along. In general, the one thing I really like about books is a plot twist. Anything you can't expect and something you will reread twice to understand it. And it was there. But it was such an unfair end. Felt so bad for myself haha. But it really is worth reading (read this in the german language) and I would recommend this to everyone, who can handle unexpectable things! Great!

    • Glenda said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Mi avevano detto che Black Out era un libro da non perdere e mi aspettavo di più.Mai accettare consigli sui libri dagli sconosciuti :)

    • Moloch said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Gianluca Morozzi è l'autore de La danza dei ragni, il miglior racconto presente nella raccolta Pene d'amore. Fin dal 2004 mi era capitato di prendere fra le mani, in libreria, il suo romanzo Blackout (nell'edizione Guanda, che peraltro aveva una copertina anche più bella, ora invece sul mercato si trova purtroppo solo questa della TEA), ennesimo libro che ha dovuto aspettare che vincessi molti tentennamenti prima di aver diritto a una possibilità. Dicevo all'epoca (settembre 2008) che questo [...]

    • Serena.. Sery-ously? said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      E mezzo!Ammetto che parte della colpa per il fatto che non mi sia super-piaciuto è mia: ho letto delle recensioni che elogiavano il libro e in particolare Morozzi quasi fosse il nuovo guru della letteratura pronto a salvare l'umanità dalla sua meschinità e non farla cadere nel peccato eterno. Insomma, mi aspettavo un libro fulminante e un capolavoro assoluto.Beh, ecco No, non ho trovato quello che mi aspettavo, la qual cosa mi ha indispettito e il libro si becca tre stelline e mezzo XDLa prim [...]

    • Maddy said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      SETTING: Bologna, ItalyRATING: 4.0It's August Bank Holiday in Italy, and you can easily walk the streets of Bologna without seeing another soul. So it's a twist of fate – a bad twist, actually – that finds three people entering the elevator of an apartment building. Little do they know that they are about to embark on a harrowing journey, one in which they are trapped in the elevator for many hours.Claudia is a student who is working at a restaurant where she is humiliated daily. Forced to w [...]

    • Dabliu said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Inizialmente non mi sembrava meritasse tutte le recensioni positive che avevo letto: il libro parte lento e, come è facile immaginare per un noir quasi tutto interamente ambientato in un ascensore, non è molto pieno d'azione ed è parecchio introspettivo. Si salva con un finale inaspettato e meno scontato dei primi capitoli. Il pulp, anche se duro, è in realtà veramente solo accennato e grida un po' un "vorrei scrivere alla Dennis Cooper ma non posso". La claustrofobia è garantita, non entr [...]

    • Dolceluna said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Agitato, disturbante, claustrofobico al massimo. Gianluca Morozzi ha confezionato un bel thriller capace di condensare brillantemente, con una scrittura scorrevole e fluida, tutti gli ingredienti del genere: ritmo adrenalinico, ascesa di suspense, feroce gusto dell'orrido con frequenti spruzzatine di horror. E nel mezzo una trama accattivante, quella di tre personaggi che, in un afoso pomeriggio bolognese, restano casualmente bloccati nell'ascensore di un grande condominio: Thomas, un sedicenne [...]

    • Geoff Battle said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Blackout is a tight story about three very different characters stuck in a lift on a quiet Bank Holiday Sunday. That in itself is rather unremarkable so Morozzi ups the ante, with one of them being a vicious and clever serial killer. That's further spiced up by the girl, a waitress, in tempting attire, which of course is very tempting bait. Morozzi cleverly designs the characters to present a claustrophobic and disturbing environment, with a few twists for good measure. It's a short read, which [...]

    • Lia Valenti said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Ottimo thriller ,ti tiene con il fiato sospeso quasi sino alle ultime 6 pagine. Ti chiedi come potrà finire ed ecco che l'autore con uno strabiliante colpo di scena risolve tutto! Veramente bravo Gianluca Morozzi,non lo avevo mai letto prima,cercherò di recuperare .

    • Helen said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Bologna on a holiday weekend in August is deserted. It seems as if everyone has headed to the beach to escape the oppressive heat of the city. Three people who haven't been able to escape, arrive in the foyer of their apartment building at the same time and wait for the one working elevator. Claudia, student and part-time waitress, sixteen year old Tomas, and Ferro, nightclub owner, Elvis lookalike and serial killer.As the elevator rises, all three are lost in their own thoughts, each with a pr [...]

    • Raven said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Too crass. Too vulgar. Very interesting ending though. Very interesting.

    • Francesco Galdieri said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Prendete un caldissimo giorno di ferragosto in una Bologna deserta. Quindi versateci su una ragazza lesbica con un lavoro temporaneo, Claudia, un ragazzino che vuole scappare di casa con la sua ragazza, Thomas, un assassino psicopatico in stile Hannibal Lecter, Aldo Ferro. Mischiate gli ingredienti in modo tale che si incontrino e che prendano lo stesso ascensore. Che si blocca. Aggiungete ora, a poco a poco, la paura, il terrore, il delirio, l'orrore. Aumentatene la concentrazione, man mano che [...]

    • Eccentrika said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Ma quanto sono irritanti quei libri italiani che riga dopo riga non fanno altro che rimarcare con miliardi di stereotipi quanto siano ignoranti, inetti, stupidi, banali, corrotti, insulsi, mediocri (e chi più ne ha più ne metta) gli italiani? Davvero non se ne può più di leggere sta roba demoralizzante e diffamante nei confronti dell'Italia. Come se tutte le altre nazioni fossero perfette e altrove non esistessero le stesse identiche negligenze!Questo libro di Morozzi lo immaginavo migliore [...]

    • PescePirata said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Ci sono Aldo Ferro (grande fan di Elvis), Claudia (la ragazza coi capelli verdi che lavora in un bar in cui la fanno vestire da pornobarista) e Tomas (il ragazzo con il piercing) che rimangono chiusi insieme in ascensore il giorno di ferragosto, a Bologna.Ho empatizzato con Claudia più che con gli altri, credo sia perché è una donna, e credo che Gianluca sia stato molto bravo a delinearla, ma anche per altri motivi che non vi sto a dire.Il libro è claustrofobico, ci sono tre persone bloccate [...]

    • M M said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Gianluca Morozzi has written a neat claustrophobic thriller set in the elevator of a residential building. In Blackout, three individuals, strangers to each other, enter the lift. Shortly thereafter, the power goes out and the trio is trapped between floors. Their back-stories are filled in between chapters that describe the continuously rising paranoia and terror within the cramped quarters of the lift. I’m not giving anything away when I say that one of the three is vicious serial killer, an [...]

    • Baldurian said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Libro strano, valutazione strana. Quattro stelle alla prima metà del romanzo: buona idea di base (certo, se soffrissi di claustrofobia forse mi avrebbe colpito di più), personaggi accattivanti, ritmo sostenuto. E poi? Poi Morozzi si è perso nel proverbiale bicchiere d'acqua. Partendo dall'improbabile lotta nell'ascensore (un quarantenne psicopatico armato di coltello NON può soccombere contro una ragazza spaventata e un ragazzino catatonico in uno spazio di un metro per un metro, è quasi fo [...]

    • Riccardo said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      io vi assicuro che un libro cos�� coinvolgente (no, non �� la parola giusta uhm, avvincente?) lo si legge raramente. il che, aggiunto alla soddisfazione di poterlo divorare in pochissimo tempo, non �� roba da poco.Morozzi usa tutta la conoscenza che pare aver accumulato nel campo, richiamandosi a piene mani al Re dell'Orrore Stephen King, per proporci ad una storia che si rivela essere un'autentica tortura persino per noi stessi, incapaci di non immedesimarci in almeno uno dei protag [...]

    • Desiree said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Ferragosto, 15 augustus, heel Bologna is zo'n beetje de stad ontvlucht. Vreemd dus dat 3 personen vast komen te zitten in een kleine lift in een 20 verdiepingen tellend flatgebouw in een buitenwijk:een 17 jarige jongen (Tomas), een 25 jarige studenten (Claudia) en nachtclub eigenaar, Elvis Look-a-like en seriemoordenaar (Aldo Ferro). Een groot deel van het verhaal speelt zich af in de lift, 1.20 bij 95 centimeter. Langzamerhand neemt de spanning toe, uur na uur. Claustrofobie, angst voor het don [...]

    • Ingo said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Read this in German translation (called "Panik (Black Out)") because of the film.Strange story, good idea.The film is different but as Amber Tamblyn is in it, I suggest to watch it.Bought it in August 2011, and probably read it soon after.Writing and rating this in 2014 I cannot remember wether it is really worth 4 stars nor can I say wether to recommend it. As a rule I like to read books which are filmed and see the film, to compare. For those who like to do the same, this is an interesting boo [...]

    • Fabián Cubillos said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Llegué a este libro casi de casualidad. Me pareció en un inicio una historia interesante, casi a la mitad estuve a punto de dejarlo. Pero gracias a un viaje largo en bus lo terminé de leer. Creo que es una buena idea del autor, pero no tan bien desarrollada. Las historias de los personajes principales como que son dejadas a la mitad. Hay uno de los personajes (no quiero dar spoilers) que tiene una historia bastante densa que se deja pasar como si nada. No lo recomendaría pero tampoco pienso [...]

    • Michael said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Let me first say that thrillers are m favorite type of novels. It is nothing greater than anticipating the next move from the characters and savoring every page. However there is a huge difference when a novel is tagged as a mystery and the novel does not live up to it's hype. I simply refuse to read through poor character development, inconsistency and loopholes. There was not one character that I found memorable or one scene that I can recall I enjoy reading.Poor excuse of a novel, it was ever [...]

    • Massimo Monteverdi said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      In questi casi (appartengo allo schieramento che ritiene lo spoiler un crimine culturale) le cose si complicano. Il finale è la chiave per giudicare tutto il resto e del finale non parlerò. Questa storia, però, non funziona neanche prima perché a forza di allungarla, quel che accade ai tre personaggi principali perde qualsiasi interesse. L'epilogo a sorpresa innesca invece critiche d'altra natura.

    • Paolo Alessandro Ronchi said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Da leggere. Si tratta di un libro piacevole, scorrevole e avvincente, per cui assolutamente consigliato. Voto 3 stelle su 5 perché andando avanti nella lettura perde lentamente la capacità di coinvolgere il lettore, il quale resta comunque intrigato dalla storia, che però è più avvincente nella prima metà del libro: avrebbe potuto approfondire maggiormente la parte finale, i cui eventi sono tanto inaspettati quanto affrettati.

    • Tony M. said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Peccato. La trama sembrava molto avvincente. I presupposti c'erano tutti. L'ho trovato un pò deludente. I primi 2/3 del libro sono stati di una noia mortale. Stavo quasi per abbandonarlo, ma poi la brevità del libro mi ha convinto ad andare avanti.Devo dire che alla fine ho fatto bene perchè le ultime 50 pagine sono state piacevoli. Ero orientato a dare 2 stelle di valutazione ma le ultime pagine mi hanno portato a darne 3.

    • Frank said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Molto bello. Pieno di tensione e colpi di scena. Sono un ex-appassionato del genere, disamorato a causa delle ripetizioni di Stephen King degli ultimi 10 anni, però questo libro mi ha riconciliato con il thriller. Non conoscevo Morozzi e non so se questo titolo sia rappresentativo del suo modo di scrivere, ma penso che lo scoprirò presto. Un grazie a chi mi ha fatto scoprire questo libro segnalandolo in uno dei gruppi di discussione.

    • Margherita Dolcevita said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Di Morozzi avevo letto altri romanzi più scanzonati e divertenti, avevo apprezzato talmente tanto questo suo lato che ero un po' scettica quando mi sono apprestata a leggere "Blackout". Scetticismo che si è rivelato ingiustificato visto che mi è piaciuto molto. E' un buon crescendo di tensione, un thriller un po' grottesto un po' pulp che però tiene incollati pagina per pagina. Sottolineo anche io l'estrema attualità di quanto narrato.

    • Rita said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      UN PASTICCIOSe "Radiomorte", con il quale condivide l'atmosfera claustrofobica, è un capolavoro, "Blackout" è un pasticcio: praticamente non ha una trama ben precisa, è soltanto uno sconclusionato susseguirsi di atrocità che alla lunga stanca, fino ad un finale prevedibile ed inconcludente.

    • Alessandra said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      E pensare che l'idea, alla fin fine, e' molto carina.Ma i personaggi sono caricaturali, la tensione tirata troppo per le lunghe, alcuni passaggi assolutamente superflui, e il finale sembra scritto di corsa, come se si volesse chiudere in velocita'.Poco convincente.

    • Hervé said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Morozzi fa un po' troppo il furbetto. Dopo il romanzo giovanilista, tenta la strada del noir: con una spruzzata di pulp, ammiccamenti vari e i soliti riferimenti musicali. Se la storia si fa leggere, il finale è davvero irritante.

    • MicheleC said:
      Aug 21, 2018 - 15:31 PM

      Thriller con psicopatico e due ragazzi chiusi in ascensore. Alcune descrizioni sono raccapriccianti. Si svolge (pressoché) tutto in un luogo. L’ascensore. Non male. Ci si sente un po' a disagio con tutti i personaggi.

    Leave a Reply